Campus Perrone

Università degli Studi del Piemonte Orientale - Novara (NO)

– Audio Video Systems

– Integration

– CDN

– Educational

– Lighting

MosaicoGroup e Ares Line hanno partecipato con entusiasmo alla realizzazione del Campus Perrone lavorando insieme nel padiglione C.
Il gruppo CDN ha fornito quasi mille posti di lavoro e per la formazione completando 24 aule; un progetto rivoluzionato da CDN per offrire contemporaneamente all’Università del Piemonte Orientale uno spazio per l’apprendimento moderno: avanguardia in Italia nel campo dell’educazione.

L’intervento ha comportato la fornitura di poltrone e mobili, una soluzione illuminotecnica completa e dispositivi multimediali per l’intero padiglione.

UPO Università degli Studi del Piemonte Orientale, ha scelto nuovamente i prodotti ed i servizi CDN.
Il progetto, realizzato dallo studio CM s.r.l., ha visto collaborare Ares Line con MosaicoGroup – due realtà del Contract Design Network – che in sinergia hanno lavorato per un concetto nuovo di didattica: il “Future Learning Spaces“.

Una sinergia di Gruppo

L’edificio che stato recentemente ristrutturato per far crescere il campus universitario ha richiesto tutti gli strumenti per l’apprendimento; l’Università ha quindi scelto di lanciare una gara integrata nel quale richiedere una soluzione completa per tutte le stanze e aree comuni.
Il gruppo CDN ha risposto alla gara d’appalto e vinto grazie alla sua esperienza in progetti chiavi in mano e ha quindi proposto diversi miglioramenti perché lo studio su cui era stata pubblicata la gara d’appalto era dell’anno 2012 .

Step 2

Ares Line e MosaicoGroup hanno preso in considerazione tutte le richieste del cliente e hanno proposto una soluzione moderna con le attuali tecnologie di illuminazione e multimediali. L’aggiornamento dei sistemi ha avuto successo con la selezione di lampade a LED, proiettori LASER e un sistema video digitale su IP.

Un sistema multimediale su misura

Ogni aula didattica ha un sistema integrato Crestron per la commutazione e la gestione di video e audio; il tutto avviene attraverso un touch screen per un’interfaccia di gestione grafica semplificata.
Un computer nell’armadietto tecnico della sala consente agli insegnanti di accedere a Internet e alla rete universitaria per le lezioni, ma se l’insegnante desidera utilizzare il proprio laptop, può essere collegato ai cavi HDMI e VGA disponibili sul tavolo.
Il microfono e gli altoparlanti consentono un buon ascolto di parlato e contenuti.

Le cattedre sono state progettate per integrare dispositivi multimediali e spazio di lavoro.
All’interno del tavolo è installato un armadio tecnico che contiene la griglia di commutazione e il sistema di controllo della stanza. Tutti i cavi nella cattedra sono tenuti in aree tecniche inaccessibili all’utente e le prese HDMI, VGA e di rete sono disponibili in una scatola da incasso che consente anche un facile accesso a tre alimentatori. Sul tavolo sono disponibili uno schermo, una tastiera e un mouse collegati alla sala computer, sempre disponibili per gli insegnanti.

Le aule sono interconnesse per consentire la moltiplicazione delle posizioni disponibili per i corsi che hanno più studenti rispetto alle posizioni disponibili. Attraverso la rete dati il segnale viene inviato da una stanza all’altra o a più, in effetti moltiplicando le destinazioni e quindi gli spazi di trasmissione. Dalla sala di controllo un computer gestisce la commutazione come uno switcher in un sistema “tradizionale”, in modo semplice e intuitivo.
Grazie al sistema di streaming utilizzato, sarebbe anche possibile seguire le lezioni dalla rete universitaria al di fuori del Padiglione

Un elemento chiave per un edificio di nuova generazione è l’elevata efficienza energetica.
MosaicoGroup ha integrato le apparecchiature di consumo come il sistema di illuminazione e i sistemi di riscaldamento e raffreddamento nella gestione intelligente degli edifici, per consentire risparmi energetici per il pianeta e per l’università.

Le esperienze del Gruppo CDN nel campo dell’elettricità e dell’illuminazione degli spazi pubblici hanno permesso di scegliere e installare le soluzioni LED iGuzzini per soddisfare le esigenze dell’Università di una soluzione affidabile, sostenibile e senza manutenzione.
Lo studio dell’illuminazione ha incluso le aree comuni ma anche lo spazio intorno all’edificio, per guidare gli utenti soprattutto durante l’autunno e l’inverno.