Rai Tg1 e Tg3

Nuovi studi, completamente digitalizzati

– Broadcast

– Delta Infinity II

– Broadcast

– 7th Sense

– LedWall

Tg1 e Tg3 entrano a titolo definitivo nell’era digitale.

Sulla scia di una collaborazione iniziata nel 2015 da Roberto Tramarin, Senior Sale Director di MosaicoGroup,  nuove scenografie e nuove tecnologie hanno reso questi studi tra i più innovativi nel panorama delle televisioni europee. Il tutto gestito dai Mediaserver Delta Infinity II di 7th Sense.
L’adeguamento tecnologico ha introdotto nei telegiornali Rai una nuova tipologia di gestione dei contenuti video e delle grafiche inviate dalla regia ai Ledwall e ai monitor che compongono la scenografia di entrambi gli studi.

Roberto Tramarin
Studio Rai

Dopo una prima fase di sviluppo della progettazione, si è passati alla posa in opera dei cavi, al montaggio degli apparati nell’armadio rack e al cablaggio del sistema.
Ogni singola installazione prevede un armadio metallico standard rack. Il rack, nello specifico, contiene i seguenti dispositivi:

– Distributori video di Tvone
– Delta Media Infinity II di 7thSense (Main Server)
– Delta Media Infinity II di 7thSense (Backup Server)
– Matrice Gefen 16×16 DVI-D
– Switch di rete

Il sistema è ridondato, dunque, e prevede una soluzione completa di Main e Buckup con Mediaserver a 8 Canali in un unico hardware. L’impianto è facile da gestire e consente una totale condivisione di ogni singolo ingresso su ogni singola uscita, così come per i contenuti residenti sulla memoria interna.

I due sistemi, Main e Backup, sono sincroni tra loro al fine di poter gestire le stesse configurazioni, gli stessi contenuti e le stesse playlist.

Studio TG Rai

Tg1, telegiornale e speciali

Sono due gli studi che caratterizzano la messa in onda del Tg1, uno destinato al telegiornale e l’altro dedicato agli speciali.
Entrambi, come di consueto per uno studio broadcast, presentano Ledwall posizionati alle spalle del presentatore (Conosciuti sicuramente ai più quello del telegiornale di Rai 1). E proprio dietro al grande schermo, è installato il rack contenente tutti i dispositivi di collegamento tra lo studio e la regia. Si tratta di un sistema progettato attorno ad un server 7th Sense Delta Infinity II che gestisce in uscita 8 flussi video che vanno ad alimentare gli schermi presenti alle spalle del presentatore. 4 segnali alimentano la scenografia dello studio del Tg1, mentre gli altri 4 il Ledwall dello studio adiacente dedicato agli speciali.

Gestione degli scenari: la regia

Uno degli ambienti più delicati, durante una diretta del telegiornale, è senza dubbio la regia. Essa rappresenta il punto centrale nel quale ogni decisione prende forma. In regia si decidono cambi di scaletta, inserimenti di notizie flash, stacchi, campi e controcampi. L’ambiente di regia rappresenta tutti gli effetti il cervello che gestisce tutta la diretta. Qui la gestione del tutto è affidata ad un piccolo touchscreen Cue. Un pannello a 8 pulsanti, con led programmabili, collegato via RS485 con una centralina di controllo, sempre Cue, con web-server integrato, 1 porta Rs485, 2 porte RS232 bidirezionali, 2 porte IR/RS232 monodirezionali, 1 porta Ethernet e 8 I/O. Oltre al pannello di controllo touchscreen, il sistema è integrato di Pc al fine di interfacciare da remoto i Mediaserver attraverso una connessione TCP/IP. Il sistema così impostato permette di richiamare delle scenografie prestabilite semplicemente selezionandone il tasto associato, in perfetta sincronia
e senza che venga notato alcun salto di sincronismo.

Sempre attraverso il Cue, nel caso del Tg1, è possibile switchare l’invio dei contenuti video dallo studio del telegiornale a quello degli speciali.